Hedy Lamarr: la diva di Hollywood che inventò il Wi-Fi.

0

[immagini di pubblico dominio]

Edy Lamarr

Hedy Lamarr, nome d’arte di Hedwig Eva Maria Kiesler, è stata un’attrice cinematografica austriaca naturalizzata americana, di certo una delle dive di Hollywood più affascinanti di sempre.
Dotata di una bellezza disarmante, possedeva anche grande intelligenza e capacità non comuni dovute agli studi di ingegneria intrapresi a Vienna.
Conquista la celebrità già nel film cecoslovacco Extase (1933). Dopo l’avvento del nazismo in Austria si rifugia negli Stati Uniti dove continua la carriera artistica diventando una delle icone del cinema.
Al lavoro di attrice alterna quello di ricercatrice-inventrice. A lei e ad un suo collaboratore, il compositore musicale George Antheil, si deve l’invenzione della guida senza fili dei siluri marini: in pratica fu la prima applicazione del Wi-Fi nella storia!
Si sposa in seconde nozze con un imprenditore austriaco che si occupa della produzione di armi.
Interessata ad accelerare la sconfitta della Germania nazista, inizia a studiare – come già accennato prima –  un sistema per la guida a distanza dei missili acquatici, fornendo alla marina americana un enorme contributo nell’avanzamento tecnologico.
Il suo metodo si basa sul meccanismo utilizzato in campo musicale riguardante il funzionamento del pianoforte.

Edy con George Sanders

Da Wiki:
[…] La scoperta fondamentale di Hedy Kiesler e George Antheil fu che la trasmissione di onde radio poteva essere trasferita da un canale radio all’altro a intervalli di tempo regolari in una sequenza di successione dei canali nota soltanto al trasmettitore ed al ricevitore. Per adottare una sequenza sincronizzata e concordata nel cambio dei canali, Antheil suggerì di adottare un sistema (vero e proprio rudimentale codice macchina) simile a quello dei rotoli di carta perforati adoperati nelle pianole meccaniche
L’11 agosto 1942 viene concesso il brevetto n. 2.292.387 a Hedy Kiesler Markey e George Antheil; ma l’Inventor’s Council non sembra propenso a accettare un dispositivo bellico inventato da una diva del cinema, per di più austriaca, e da un compositore non più sulla cresta dell’onda. È ancora il tempo delle valvole termoioniche (i transistor sarebbero arrivati solo diversi anni dopo), così il progetto non suscita grandi entusiasmi e viene bocciato dalla marina militare U.S.A., che ritiene impraticabile l’installazione a bordo di un siluro. L’invenzione cade nel dimenticatoio. 

sul set di «Sansone e Dalila» (1949)

Nel 1962 la marina americana utilizza il suo sistema durante la Crisi di Cuba. Viene impiegato come comunicazione di bordo sulle navi statunitensi. Per la diva è una consolazione morale, ma non di certo economica. Nella sua vita, avventurosa e turbolenta, è stata audace tanto sul set quanto nella vita privata; è stata un modello di trasgressione e di sregolatezza per molte attrici: fu una delle prime a mostrarsi in un nudo integrale. Amori, passioni e tradimenti la accompagnano in tutto il suo percorso umano e cinematografico.
Tra improbabili matrimoni e rapidi divorzi colleziona tante, troppe, delusioni che la portano a soffrire di lunghi periodi di depressione superati a fatica attraverso un tenace impegno lavorativo ed artistico. Diventa ristoratrice, imprenditrice del grande schermo ed opinionista televisiva.
Costretta ad enormi ristrettezze economiche, dovute alle numerose spese legali per le tante separazioni, inizia ad avere seri problemi di salute. L’essere stata spregiudicata in tanti film le creerà pesanti ripercussioni sia a livello professionale che relazionale.
Intelligente e provocatoria è stata di certo un personaggio scomodo per tutto lo star system internazionale.
Negli anni del dopoguerra inizia il suo lento declino. La sua stella inizia ad oscurarsi sempre di più.
Il seducente mondo di Hollywood, che incanta tutti come una sirena, dopo averla «utilizzata» per diverso tempo, pian piano la relega a ruoli marginali e minoritari, per poi allontanarla dai suoi riflettori per sempre.
Dopo aver perso una delle poche certezze che aveva, ossia la sua grande bellezza, e dopo aver vissuto tra sofferenze ed ostacoli, nel gennaio del 2000 viene trovata morta nella sua casa in Florida davanti la TV accesa, con ancora una mascherina per dormire davanti gli occhi!
Edy Lamarr: uno straordinario ingegnere prestato al Cinema!

 

About Author

Nicolò Vincenzo Di Giacomo

«il Corriere della Storia (& il Diario Boreale)» è un giornale di guerra che si occupa di etnoantropologia, di geografia e di linguistica. È un'antologia sul cinema che raccoglie tutte quelle pellicole ispirate a fatti realmente accaduti. È un foglio del passato che narra storie di luoghi, di uomini e di popoli. È un quaderno di storia che racconta i fatti del cielo, del mare e della terra, che hanno avuto come protagonisti gli uomini di ogni epoca !!!

Comments are closed.

error: Content is protected !!